Il blog di didattica per la scuola primaria

La GuidAgenda Coding

Un percorso chiaro e facile da applicare. Le presentazioni nel DVD-Rom allegato

Logo coding con robot

La definizione di computer

Possiamo dire che un computer è un dispositivo in grado di ricevere input, elaborarli eseguendo delle operazioni logico-matematiche e, infine, restituire un risultato (output).
Se consideriamo come componenti di input un dispositivo touch e come meccanismo di output un display a LED (è vero, ormai entrambi sono incorporati nello stesso elemento, ma non sono la stessa cosa), allora la definizione di computer si allarga e va a comprendere anche tablet, smartphone, elettrodomestici intelligenti e molte altre categorie di prodotti ancora.

I bambini e il computer

Quindi i bambini, così come noi adulti, sono costantemente a contatto con i computer.
 Ma ne sono consapevoli? Sanno come funzionano? Sanno come ragionano?
In molti casi no. Sappiamo bene che il termine nativi digitali è fuorviante, in quanto si può riassumere solamente in una certa propensione o abilità all’uso passivo di dispositivi mobili, ma nulla più.

Il ruolo della scuola

La scuola di oggi si trova quindi davanti a due sfide impegnative:

  • rendere i bambini responsabili nel loro rapporto verso il “digitale”, anche seguendo quanto indicato nelle linee guida per l’insegnamento dell’educazione civica;
  • sviluppare il cosiddetto “pensiero computazionale”, ovvero imparare a pensare come un informatico, acquisendo abilità nell’individuare le procedure corrette per risolvere un problema o, meglio ancora, intere classe di problemi.

È su questi due binari paralleli che si muove “La GuidAgenda Coding” di Gaia Edizioni.

La struttura della guida

GuidAgenda Coding - 1

Un percorso di informatica educativa

Destinate a docenti che insegnano nelle ultime classi della scuola primaria, le oltre 150 pagine di questo volume presentano in maniera diretta e accattivante numerosissimi aspetti del mondo dell’informatica educativa, inseriti in un percorso chiaro, che fornisce all'insegnante un metodo di lavoro subito applicabile.

Informatica unplugged

Viene dato ampio spazio alla cosiddetta informatica unplugged, cioè su carta e senza l’uso del computer, che consente di organizzare attività di coding anche avendo a disposizione pochi strumenti alla portata di tutti.

GuidAgenda Coding - 2

Per lezioni multimediali

Nel corso delle varie unità nulla è scontato: ogni termine tecnico (a partire proprio da coding, che significa “codificare”) è accompagnato da definizioni semplici, ma rigorose.
Inoltre in tutta la guida ci sono precisi riferimenti alle presentazioni contenute nel DVD-Rom allegato, rendendo quindi possibile la pianificazione di lezioni multimediali di grande interesse per gli alunni.

GuidAgenda Coding - 3

Teoria e proposte operative

Dai diagrammi di flusso per visualizzare gli algoritmi ai percorsi descritti attraverso grafi, nulla manca in questo tour a 360 gradi nel pensiero computazionale, che intervalla l’esposizione teorica a numerose proposte operative con livello di difficoltà crescente.

GuidAgenda Coding - 4

Al termine di questo viaggio gli alunni avranno chiari i principi di funzionamento degli elaboratori elettronici e i concetti chiave del mondo dell’informatica, avendo contemporaneamente sviluppato capacità di problem solving.

GuidAgenda Coding - 5

Un ulteriore bagaglio di conoscenze, abilità e competenze che li renderà certamente più consapevoli delle potenzialità e anche dei limiti del mondo digitale che ci circonda.


Le autrici di GuidAgenda Coding Simonetta Anelli e Monica Boccoli sono insegnanti di Scuola Primaria e da sette anni lavorano in team presso l’Istituto Comprensivo Cremona Uno.
 Appassionate di tecnologia applicata alla didattica, portano nelle classi il coding, la realtà virtuale, la robotica e molto altro, sperimentando percorsi di didattica immersiva. Sono formatrici e hanno partecipato come relatrici a diversi convegni, in particolare per Indire, eTwinning, per università e altre istituzioni.